L’idea della Social Valley è nata dall'incontro di varie volontà e circostanze fra cui:

Il primo, la sollecitazione da parte di tanti a Dynamo Camp di fare qualcosa ed impiegare le proprie relazioni, professionalità e capacità anche per rilanciare l’intero territorio della Montagna, dopo aver constatato il successo dell’esperienza Dynamo, in Italia e nel mondo, che ha creato circa 100 posti di lavoro fissi, altri 100 stagionali e fatto conoscere e promosso la Montagna in nuovi ambienti.

Il secondo, lo stesso sentimento era sempre più pressante in tanti soggetti, persone, imprese, associazioni che volevano impegnarsi insieme, senza campanilismi o altro tipo di divisioni, politiche o ideologiche, per trovare  nuove risposte ai problemi della Montagna e far convergere le forze e gli impegni su comuni obiettivi.